Trasporti pubblici e mobilità sostenibile - Comune di Collecchio

notizie - Comune di Collecchio

Trasporti pubblici e mobilità sostenibile

Trasporti pubblici e mobilità sostenibile

Trasporti pubblici e mobilità sostenibile: in via di definizione una programmazione puntuale per numerosi interventi di miglioramento, con particolare cura per l’ambiente e le manutenzioni.


 

In questo quadro, il tema dei trasporti pubblici resta centrale: continua il confronto con la dirigenza TEP per approfondire le questioni che provocano disservizi, per chiarire le problematiche emerse circa le tariffe del trasporto dalle frazioni al capoluogo e del servizio ColBus e per mettere sul tavolo la disponibilità dell’Amministrazione ad intraprendere scelte diverse per soluzioni eque nei confronti degli utenti.


 

Sempre in questo ambito è avviato un confronto di ampio respiro con RFI, con l’obiettivo di coniugare funzionalità e sostenibilità grazie al trasporto ferroviario.

Alla luce della promessa di nuovi treni in arrivo proprio sulla tratta della Pontremolese, a servizio di studenti e pendolari, l’Amministrazione comunale è impegnata a lavorare con la Regione Emilia-Romagna e con gli altri Sindaci affinché ciò si concretizzi in tempi brevi.

Rispetto allo specifico di Collecchio, l’Amministrazione mira ad un accordo che includa il ripristino di alcune corse e la sistemazione della stazione ferroviaria di Ozzano Taro.

Rete Ferroviaria Italiana ha provveduto a rinnovare la stazione del capoluogo di Collecchio, rendendola più accogliente e funzionale, grazie ad un sottopasso che mette in sicurezza l’attraversamento ed ascensori a servizio di chiunque ne abbia necessità, e tuttavia s’intende richiedere uno sforzo ulteriore ad RFI che includa una soluzione per i servizi igienici e la pulizia del sottopasso, al netto della responsabilità che tutti i cittadini sono tenuti a dimostrare nei confronti dei beni comuni.


 

In tema di trasporto sostenibile saranno inoltre messe in campo tutte le soluzioni migliorative affinché l’asse Parma-Fornovo Taro possa essere fruita come una sorta di metropolitana di superficie accessibile alle biciclette.

In tal senso si auspica, da un lato, la collaborazione con le aziende del territorio per incentivare in modo sostanziale iniziative di mobilità sostenibile e, dall’altro, reperiremo finanziamenti regionali ed europei per una dotazione di biciclette di uso pubblico.


 


Pubblicato il 
Aggiornato il